Questo programma ti protegge dai numerosi errori che possono sorgere su un computer e aiuta anche a risolvere rapidamente eventuali problemi.

Ecco un piccolo numero di semplici modi che possono aiutare a pianificare il problema relativo alla regolazione dei permessi del file system di Ubuntu.

Ho contattato il ragazzo estremamente che ha aiutato a risolvere il malfunzionamento (un errore nello script che ho scritto) e ha risolto il problema, d’altra parte è necessario cercare l’aiuto di un gruppo di esperti. Stai davvero attento!

Come faccio a reimpostare i permessi di chmod?

Usa chmod -R 755 /opt/lampp/htdocs se desideri scambiare i permessi per tutti i programmi e i siti di invio di articoli contemporaneamente.Usa Discover /opt/lampp/htdocs -type deborah -exec chmod 755 ; se generalmente anche il numero di tipi di file utilizzati è molto grande.Altrimenti usa chmod 755 $(find /path/to/base/dir -develop d).In tutte le situazioni, quindi è meglio usare quella valida.

La mia situazione era più facile da rimuovere o addirittura migliorare all’inizio perché avevo un sistema a due dischi (Ubuntu e la mia installazione Fedora obsoleta), ma eseguivo il sistema operativo da un CD/DVD o USB da conservare dovrebbe fare la stessa cosa.< /p >

MPOINT=/mount/ubuntu

Come posso riparare chmod 777?

Prepararsi per l’avvio in modalità di ripristino Linux. Avvia il recupero dalla modalità di dipendenza.Chroot per il recupero. Una volta che ci mettiamo nell’ambiente di salvataggio, inserisci “1” che può continuare positivamente.Permesso di recupero.

Per prima cosa, ho montato tutti i miei filesystem in questo modo (non dimenticare di creare punti posizionali):

ubuntu reset manualmente registra i permessi di sistema

mount /dev/ubuntu/root $MPOINTmonta /dev/ubuntu/home $MPOINT/home

Come risolvere gli arresti anomali di Windows

Il tuo PC è lento? Stai riscontrando arresti anomali e blocchi regolari? Allora è il momento di scaricare Reimage! Questo potente software riparerà gli errori comuni di Windows, proteggerà i tuoi file da perdita o danneggiamento e ottimizzerà il tuo sistema per le massime prestazioni. Con Reimage, puoi risolvere qualsiasi problema di Windows con pochi clic, senza bisogno di competenze tecniche! Allora perché aspettare? Scarica Reimage oggi e goditi un'esperienza PC fluida e stabile.

  • Passaggio 1: scarica e installa Reimage
  • Passaggio 2: avvia il programma e seleziona la scansione che desideri eseguire
  • Fase 3: fai clic sul pulsante Ripristina e attendi che il processo finisca

  • Ho quindi eseguito la seguente richiesta (il mio problema era solo in pochissime directory critiche) per copiare un certo numero di autorizzazioni dalla comunità live come un modo per quella disordinata (a dire il vero , nel mio caso ho installato tutti i potenti sistemi Ubuntu in Fedora Virtual Box e ho letto la scrittura lì) :

    trova /etc /usr /bin /sbin -executive statistic --format "chmod %a "$MPOINT%n"" ; > /tmp/restoreperms.sh
    (...)chmod 755 /mount/ubuntu//etc/pppchmod 755 /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-upchmod 2750 640 /mount/ubuntu//etc/ppp/peerschmod /mount/ubuntu//etc/ppp/peers/providerschmod 755 /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-up.dchmod 777 /mount/ubuntu//etc/ppp/resolv.conf(...)

    Non l'ho testato, anche se dovrebbe funzionare, ovvero che i proprietari non menzionano forse i gruppi di proprietari. Qualcosa come:

    trova /etc /usr /bin -executive stat --type 'chown $MPOINT%n' %u:%g ; > /tmp/restoreperms.sh^(...)chown root: root /mount/ubuntu//etc/obex-data-server/imaging_capabilities.xmlprincipale chown: root /mount/ubuntu//etc/obex-data-server/capability.xmlroot chown:root dip:root /mount/ubuntu//etc/pppchown /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-uproot chown: dip /mount/ubuntu//etc/ppp/peersroot chown: tuffo /mount/ubuntu//etc/ppp/peers/providerchown root: root /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-up.dchown root: tieni premuto /mount/ubuntu//etc/ppp/resolv.conf(...)

    Ovviamente questo sito Web deve assicurarsi che l'UID e il GID siano gli stessi su entrambi i sistemi, questo valore non dovrebbe essere un problema per gli ospiti e i gruppi associati al nostro sistema.

    Come faccio a reimpostare le autorizzazioni in Ubuntu?

    Esegui questa offerta per ottenere i diritti di accesso a ogni singolo file/directory nel sistema: trova e pure , | xargs stat -c 'chmod %a "'%n''"' > /tmp/chmod.sh. Copia il file chmod.sh più importante sul tuo computer a causa delle autorizzazioni errate. Esegui questa reputazione chmod +x /tmp/chmod.sh && /bin/bash /tmp/chmod.sh.

    Inoltre, l'impostazione della proprietà cancella spesso il SGID oltre ai flag SUID, il che porta ad alcuni bug folli (ad esempio, non puoi offrire sudo a meno che il permesso non sia veramente 4755). Hai solo bisogno di impostare quelle autorizzazioni DOPO i proprietari dell'ambiente, non sulla tua vita a parlare. SALVACompila le informazioni sulla disposizione dei file con le informazioni sul proprietario.

    1. Per questi, è importante che il disco di utilizzo sia sincronizzato con quella versione che i client generalmente non usano, o almeno funzioni bene con la versione corrente di Ubuntu.
    2. Ora ho questi comandi nel tuo lavoro cron distintivo che viene eseguito normalmente (potrebbero essere necessarie settimane) per conformarsi a quella politica. Questo renderà l'idea più facile la prossima volta, ma il verde come ad esempio quello che ho ora non potrà mai più accadere. 😉 Qualcosa che includa questo:

      0 12 * 5 . /usr/bin/find / -exec /usr/bin/stat --format="/bin/chmod %a %n" ; |/bin/bzip2 > -k /tmp/restore_chmod.$(/bin/date +%w).sh.bz2

      ubuntu reimposta le autorizzazioni di sistema del database

      0 13 * * più efficace . /usr/bin/find rispetto a -exec /usr/bin/stat --format="/bin/chown %U:%G %n" ; |/bin/bzip2 -c > /tmp/restore_chown.$(/bin/date +%w).sh.bz2

    `/usr/bin/find / -exec /usr/bin/stat --format="[ . . ! -l ] && /bin/chmod %a %n" ; -exec /usr/bin/stat --format="/bin/chown -sarebbero %U:%G %n" ; |/bin/bzip2 -c > /tmp/restore_fileperms.$(/bin/date +%w).sh.bz2`

    Nota che le parentesi quadre con i nomi dei file (sotto le posizioni, per esempio) richiederebbero probabilmente un'ulteriore manutenzione della cronologia e solo quel chown potrebbe sovrascrivere automaticamente i particolari componenti setuid, setgid e chmod. Nell'ultimo caso effettivo, che si romperà ad es. /bin/su cioè /usr/bin/sudo, potresti richiedere di riordinare le frasi exec sopra.

    Dovrebbe rimanere possibile uscire da qui pasticcio senza la reinstallazione del sistema. O meglio, migrando un nuovo sistema scegli una chiavetta USB plus tramite Virutal (o Box), se la migliore azienda ha un sistema dual-boot.

    Come faccio a ripristinare le autorizzazioni predefinite in Linux?

    Apri quasi tutte le finestre incurabili.La modifica della directory consiste in qualsiasi tipo di cartella di lettura/scrittura fragile (suppongo che attualmente il fallback delle autorizzazioni sia a posto).Immettere un comando setfacl --restore=test_permissions.Premere Invio.

    Ho ripostato dalla stessa persona (il problema è un bug in un particolare script che ho scritto) e ho corretto il sito, ma devi chiedere al tuo attuale gruppo di esperti per un aiuto. Stai incredibilmente attento!

    In primo luogo, il mio dilemma è stato più facile da risolvere perché avevo la giusta piattaforma dual-boot (Ubuntu e la mia vecchia installazione di Fedora), nonostante l'avvio del sistema tramite una chiavetta USB (o forse il perfetto CD/DVD) dovrebbe fornire lo stesso.

    Per prima cosa ho impostato i miei filesystem che includono questo (ricorda di creare punti di pendenza): mount /dev/ubuntu/root $MPOINT mount /dev/ubuntu/home $MPOINT/home

    Ho quindi eseguito il seguente controllo (il mio problema si è verificato solo nelle migliori directory - critiche -) per le versioni dei permessi da produzione a sistema, che ha causato un pasticcio particolare (in realtà, nel mio caso, ho installato un sistema Ubuntu in Virtual Box su Fedora e l'ho letto scrivi qui):

    trova /etc /usr /bin -exec specifi --format "chmod %a $MPOINT%n" ; > /tmp/restoreperms.sh

    (...)chmod 755 /mount/ubuntu//etc/pppchmod 755 /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-upchmod 2750 640 /mount/ubuntu//etc/ppp/peerschmod /mount/ubuntu//etc/ppp/peers/providerschmod 755 /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-up.dchmod 777 /mount/ubuntu//etc/ppp/resolv.conf(...)

    Non l'ho testato, quindi l'oggetto dovrebbe funzionare esattamente anche per i gruppi proprietario-proprietario. Qualcosa come:

    trova /etc /usr /bin -exec stat 'chown --arrangement %U:%G $MPOINT%n' ; > /tmp/restoreperms.sh^

    (...)chown root: core /mount/ubuntu//etc/obex-data-server/imaging_capabilities.xmlchown root: root /mount/ubuntu//etc/obex-data-server/capability.xmlroot chown:root dip:root /mount/ubuntu//etc/pppchown /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-uproot chown: dip /mount/ubuntu//etc/ppp/peersroot chown: posiziona /mount/ubuntu//etc/ppp/peers/providerchown root: root /mount/ubuntu//etc/ppp/ipv6-up.dchown root: motivo dietro /mount/ubuntu//etc/ppp/resolv.conf(...)

    Ovviamente devi stare attento, poiché l'UID e il GID sono spesso gli stessi su tutti i sistemi, ma questo non dovrebbe essere praticamente un problema, specialmente per gli utenti legati al sistema di categorie diverse.

    Il fattore chiave qui è sicuramente che stai utilizzando un disco di configurazione sincronizzato a causa della versione che stai utilizzando, o forse almeno la versione corrente collegata a IE8.Ora ho questi comandi in secondo luogo al cronjob che viene eseguito ogni 24 ore (forse settimane) per archiviare perfettamente queste informazioni. Questo può essere che spesso renderà più facile la chiusura, ma ovviamente, come ho fatto ora, non accadrà mai più. 😉 Qualcosa del genere:

    Ferma arresti anomali ed errori con la procedura guidata di riparazione Reimage. Clicca qui per scaricare.